Image could not be loaded

Scopri i paesi europei in cui è consentito il campeggio libero!

Arr, loading...

Il campeggio libero sta diventando sempre più popolare nei piani delle vacanze degli italiani: per amore della natura, per una vacanza low cost o per evitare la folla, il campeggio è sicuramente una soluzione green, sostenibile ed alternativa.

Non è sempre facile conoscere le destinazioni in cui è possibile campeggiare in maniera "selvaggia": qui vi proponiamo un elenco - non esaustivo - dei paesi europei in cui è possibile campeggiare in piena libertà.


Paesi nordici: Finlandia, Svezia, Norvegia

Non è la prima volta che lo si dice: questi paesi sono proprio avanti!

L'accesso alla natura è garantito dal famoso "Diritto di tutti gli uomini" - o Allemansrätten in svedese.

In breve, questo diritto vi permette di piantare la vostra tenda ovunque vogliate, anche su un terreno privato, purché vi troviate a più di 150 metri da abitazioni private.

Perfetto, no?


Islanda

Da novembre 2015 è in vigore una nuova legge sulla conservazione del territorio che regola il campeggio in Islanda.

In molti casi sarà necessario ottenere l'autorizzazione dal proprietario del territorio in cui si vuole campeggiare:

  • Se avete intenzione di accamparvi vicino ad insediamenti o fattorie.
  • Se avete intenzione di campeggiare per più di una notte.
  • Se avete intenzione di montare più di tre tende.
  • Se la terra è coltivata.
  • Se si prevede di utilizzare roulotte, tenda, caravan, camper o simili al di fuori delle aree organizzate o nelle aree urbane.

Trova tutte le regole su questo sito web.


Estonia

In Estonia è consentito il campeggio libero. Tuttavia, dovrete chiedere il permesso al proprietario prima di campeggiare su un terreno privato.


Francia

Ve lo sareste mai immaginato? Anche se in teoria la legge garantisce piena libertà di accampamento, una moltitudine di regole rende le cose più complicate nella pratica.

Il campeggio su strade e autostrade, così come su terreni privati, è severamente vietato, a meno che, naturalmente, non si chieda il permesso al proprietario.

Prima di montare la propria tenda, è meglio accertarsi sui seguenti punti:

  • Non vi troviate in un luogo protetto;
  • Non siete al mare.
  • Vi trovate a più di 200 metri da una fonte d'acqua potabile.

In alcuni casi, i singoli municipi possono essere in possesso di un divieto formale di campeggio. Un consiglio quindi, prima di piantare le vostre tende, informatevi o andate all'ufficio del turismo locale per avere tutte le informazioni necessarie.

Qui l'elenco dei luoghi in cui è possibile campeggiare liberamente.


Scozia

Buone notizie, in Scozia è permesso campeggiare liberamente in campi privati, purché non coltivati.

Attenzione, questa regola non si applica al resto del Regno Unito!


Spagna

Per quanto riguarda la Spagna, sono le singole regioni che decidono se consentire o meno il campeggio libero sul loro territorio, anche se è praticamente vietato nei parchi nazionali e nelle aree urbane.

Un sito web spagnolo indica i luoghi disponibili per il campeggio gratuito.


Attenzione: l'elenco non è esaustivo e completo, questi sono esempi di possibili destinazioni.

Ecco ora una piccola lista di paesi in cui sconsigliamo vivamente di campeggiare allo stato brado: Paesi Bassi, Germania, Lussemburgo, Austria, Regno Unito, Belgio, Croazia, Italia e Grecia. A meno che, naturalmente, una piccola multa non faccia parte del vostro budget per le vacanze.

Arr, loading...

Cosa ne pensi?

Scrivi un commento